Le grandi terme d'Europa - Montecatini Terme

Nel 2021, la Commissione intergovernativa per il patrimonio mondiale ha deciso di iscrivere le principali città termali d’Europa nel Lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO iscrizione. “Le grandi città termali d’Europa” comprende undici città in sette Paesi europei: Baden, vicino a Vienna, in Austria, Spa in Belgio, Karlovy Vary, Frantiskovy Lazne e Marianske Lazne nel Repubblica Ceca, Vichy in Francia, Bad Ems, Baden-Baden e Bad Kissingen in Germania, la città di Bath nel Regno Unito e Montecatini Terme, Toscana, Italia.

Tutte queste città si sono sviluppate intorno a sorgenti minerali naturali e sono testimoni della cultura termale europea che si è sviluppata all’inizio del XVIII secolo e si è protratta fino agli anni Trenta, contribuendo alla nascita di importanti centri termali internazionali. Le strutture associate comprendono giardini, saloni, casinò, teatri, hotel e ville, oltre a infrastrutture speciali per le attività termali. Tutti questi edifici sono integrati in un contesto urbano che comprende anche un ambiente terapeutico e ricreativo. Le Grandi Città Termali d’Europa rappresentano un importante scambio di idee innovative che hanno dato impulso al progresso nel campo della medicina e della balneologia, nonché alla crescita delle attività ricreative attraverso la valorizzazione delle sorgenti naturali e lo sviluppo di città e infrastrutture dedicate alla salute, e hanno promosso lo sviluppo e la popolarità delle terme in tutta Europa e nel mondo.

Storicamente, le terme si svilupparono a partire dal II secolo a.C. e rappresentarono uno dei più importanti luoghi di incontro e di svago per l’intera popolazione in epoca romana. Le prime terme furono costruite in luoghi con sorgenti naturali di acqua calda o curativa. Nel periodo imperiale, le terme divennero un elemento essenziale delle città grazie ai progressi tecnologici nello sviluppo delle tecniche di riscaldamento dell’acqua. I camini sotterranei venivano utilizzati per riscaldare l’acqua ed espellere l’aria calda dagli spazi sotto i pavimenti.

Le grandi città termali europee fondate intorno a sorgenti minerali naturali sono una testimonianza eccezionale del fenomeno della balneologia europea, che ha raggiunto il suo apice tra il XVIII e i primi decenni del XX secolo.

Un elemento caratteristico di questo fenomeno è la combinazione di bagni all’aperto e servizi terapeutici con un’ampia gamma di attività per il tempo libero, che si riflette in una strutturazione specifica delle terme e della loro architettura.

Montecatini Terme, in Italia, è stata aggiunta alla prestigiosa lista dell’Unesco per decisione del Comitato del Patrimonio Mondiale, diventando così il 56° sito italiano. Il Comitato del Patrimonio Mondiale dell’Unesco ha riconosciuto il sito come un’eccezionale testimonianza della cultura termale.

Montecatini Terme è una delle città termali più famose d’Italia. Situato nella provincia di Pistoia, in Toscana, è uno dei centri turistici più importanti della regione.
Sebbene le acque termali fossero già apprezzate dai Romani, i primi insediamenti urbani intorno all’area centrale delle terme si devono al Granduca di Toscana Pietro Leopoldo, che commissionò anche la costruzione delle terme tra il 1773 e il 1783. Insieme al terreno, fu costruito un ampio viale fiancheggiato da olmi, che in seguito divenne uno dei simboli della città.

All’inizio del XX secolo, Montecatini iniziò a trasformarsi in una città termale, anche grazie all’opera dell’architetto Giulio Bernardini che, seguendo l’esempio di altri centri termali in Svizzera, Boemia e Germania, costruì alcuni edifici emblematici come le Terme Tamerici, le Terme Excelsior e il parco pubblico.

A questo periodo risalgono i grandi alberghi e molte strutture legate al tempo libero e al relax. All’inizio del XX secolo, lo stile più diffuso in Italia era il Liberty; e infatti a Montecatini si possono ancora vedere molti edifici caratterizzati dalla grazia e dall’eleganza dello stile Liberty.

Le terme di Montecatini sono alimentate da quattro sorgenti che sgorgano a oltre 60 metri di profondità. Da ognuna di queste sorgenti sgorga un’acqua con caratteristiche proprie, diverse dalle altre, tanto da aver ricevuto quattro nomi diversi: Leopoldina, Regina, Tettuccio e Rinfresco.

Testo: © Italy.blog / VisitItaly.Golf / Foto © shutterstock.com

Bagni termali antichi di Montecatini-Terme-Pistoia-Toscana-Italia
Antiche terme di Montecatini Terme, Pistoia, Toscana, Italia. (Foto © Shutterstock.com)

Vacanze in Toscana

I golf club, i migliori hotel, i luoghi da visitare e i migliori ristoranti per la vostra vacanza all’insegna del golf in Toscana, Italia.

Cookie Consent with Real Cookie Banner